Manuale per principianti, una guida Excel

Excel è un programma per l’elaborazione di dati che vengono strutturati sotto forma di celle. Le celle sono contenute in una griglia che consente di incolonnarli o metterli in riga. Le celle possono comunque contenere varie tipologie di dati, tra i quali: numeri interi, numeri in virgola mobile, date, ora, stringhe di testo, valute e molto altro. Il tipo di formato della cella può essere scelto cliccando con il tasto destro del mouse su una cella e scegliendo dal menù a tendina una funzione specifica: formato celle.

Dopo aver definito la tipologia delle celle, si va a definire il valore che la cella deve contenere. Generalmente, per fare dei test, io uso la funzione che produce dati casuali (o random) e poi li elaboro, a mio piacimento, utilizzando la barra della formula. Da qui è possibile scegliere una miriade di formule che Excel mette a disposizione.

Come dicevamo su Excel le stringhe sono considerate un dato, e come tutti i dati possono essere elaborate per ottenere qualcosa di diverso dalla forma originaria. Si supponga infatti che si voglia concatenare due stringhe, o tagliarle in un determinato punto. Allora, in tal caso, si andrà ad utilizzare rispettivamente la formula CONCATENA, DESTRA o SINISTRA.

Per renderci meglio conto a cosa servono le funzioni concatenamento, si può immaginare lo scenario in cui in due celle abbiamo due stringhe differenti, come le stringhe “Guida Excel” e “Manuale Excel” e vogliamo concatenarle. Concatenare le stringhe significa che la stringa risultante che verrà fuori è “Guida Excel Manuale Excel”. Allo stesso modo se vogliamo tagliare una stringa in due possiamo usare la funzione DESTRA, per tagliare la stringa da destra, e la funzione SINISTRA, per tagliare la stringa a partire dall’ultima lettera della stringa stessa.

Passando alle altre caratteristiche dei fogli di calcolo, da segnalare, tra le funzioni Excel più importanti, la presenza di una funzione per l’ingrandimento delle celle in basso a destra nello schermo. Tale funzione permette di focalizzarsi in un più ristretto gruppo di celle, e operare in maniera più agevole.

Se vogliamo implementare o creare più fogli di calcolo nello stesso file, usiamo i fogli di lavoro. I fogli di lavoro sono fogli di calcolo dentro fogli di calcolo. Così, per esempio, all’interno di un foglio di lavoro possiamo memorizzare un lungo database con tutta una serie di informazioni, mentre in un altro possiamo implementare le funzioni per effettuare una query, come l’operazione cerca verticale.

Così avendo una lista di studenti, con i relativi voti dei compiti svolti durante l’anno, e avendo memorizzato questa lista di dati all’interno di un foglio di lavoro, possiamo far in modo che ci vengano mostrati i compiti svolti all’interno di un altro foglio di lavoro, semplicemente digitando in nome dello studente che si vuole cercare.

Queste sono le funzioni base di Excel, e mi sembrano un ottimo punto da dove iniziare a studiare il programma.